Sevolution26

È la più piccola delle due “creature” del progetto Sevolution. Il nome è già tutto un programma, perché deriva dall’acronimo SEV (Sea Explorer Vessel) ed è la nuova concezione di vivere il mare secondo Baia. Pur lontano dal prodotto tradizionale del cantiere, ne mantiene però i concept principali: la mediterraneità, la vicinanza con l’acqua e ovviamente le performance molto elevate se raffrontate a quelle di prodotti similari.

Uno yacht ad alta efficienza, che può avvicinarsi alle aree marine protette grazie alla propulsione ibrida: per i lunghi trasferimenti in mare aperto ci sono i motori diesel, dotati di sistemi di scarico e filtri per ridurre comunque l’impatto ambientale. Per le navigazioni costiere e all’interno di ecosistemi più delicati, si può passare al motore elettrico a emissioni zero omologato Green Star.

SCHEDA TECNICA
Categoria:

Descrizione

È la più piccola delle due “creature” del progetto Sevolution. Il nome è già tutto un programma, perché deriva dall’acronimo SEV (Sea Explorer Vessel) ed è la nuova concezione di vivere il mare secondo Baia. Pur lontano dal prodotto tradizionale del cantiere, ne mantiene però i concept principali: la mediterraneità, la vicinanza con l’acqua e ovviamente le performance molto elevate se raffrontate a quelle di prodotti similari.

Uno yacht ad alta efficienza, che può avvicinarsi alle aree marine protette grazie alla propulsione ibrida: per i lunghi trasferimenti in mare aperto ci sono i motori diesel, dotati di sistemi di scarico e filtri per ridurre comunque l’impatto ambientale. Per le navigazioni costiere e all’interno di ecosistemi più delicati, si può passare al motore elettrico a emissioni zero omologato Green Star.

Ovviamente molto generosi gli spazi a bordo, che ispirandosi all’ammiraglia del cantiere (il OneHundred) ne ricalcano gli elementi di successo quale il ponte di coperta senza gradini che permette nel caso del Sevolution l’utilizzo di arredi commerciali e una incredibile versatilità. Inoltre l’upper deck utilizzato per lo stivaggio dei tender può essere destinata, su richiesta dell’armatore, area prendisole o semplicemente area tecnica. Due le zone living a poppa e a prua del main deck con la possibilità di schermare i raggi solari grazie alle tende estraibili elettricamente.

Sottocoperta, la distribuzione degli spazi, comunque personalizzabile, prevede quattro o cinque cabine. La versione standard prevede una grandissima suite armatoriale a centro barca, con sala da bagno e dressing room. A prua un’ampia cabina vip e due altre cabine con letti separati, ognuna dotata di bagno indipendente. A poppa, la cucina, il quadrato equipaggio e una o due cabine per l’equipaggio.

Sicuramente tra gli elementi maggiormente innovativi ci sono le due ali di poppa apribili all’altezza della piattaforma che permettono di creare un’enorme terrazza sul mare, quasi una spiaggia privata servita da un hangar che può essere attrezzato secondo le preferenze dell’armatore con bar doccia e cucina. Ma, al di là delle nostre proposte, gli yacht Sevolution permettono di dare libero sfogo alla fantasia degli armatori.

Esterni

Lower Deck

Main Deck

Piante